venerdì 8 agosto 2008

all these precious moments 4 - mai vista una cosa simile

davanti al forum ci arriviamo probabilmente per secondi in assoluto.
tra chi andava al forum per il concerto dei pearl jam.


secondo chi di voi mi conosce, ho un look da rocker?
secondo chi di voi mi conosce, dopo una giornata come quella di verona + notte + sosta in autogrill, ho un look da rocker (bruttosporcocattivo)?


no, perchè arrivati dal parcheggio del forum, tiro giù il finestrino e l'amico parcheggiatore mi chiede:
"siete qui per il pokemon day?"
secondo me scherzava.


sono intollerante.
chi mi conosce lo sa.
sono molto intollerante.
certe cose proprio non le reggo, piuttosto che sopportarle rinuncio a cose anche belle.
sono quindi anche un pò coglione, ovviamente.

ma nel corso degli ultimi 20 anni, durante i quali sono andato spesso a vedere concerti, una cosa verso la quale ero MOLTO intollerante pian piano mi è diventata fin gradita.
la coda davanti all'entrata, prima di un concerto.

certo, ci devono essere determinate condizioni, mica come a reggio emilia nel 96.
zio cane, reggio emilia nel 96, per gli U2.
su quella cazzo di steppa di campovolo, con 40 gradi e 150mila persone.


poi pian piano abbiamo iniziato ad organizzarci, non dico bene, ma almeno un pò.
ora, ad esempio, ci sono i "pit", per cui se arrivi presto ti fai la levataccia, ok, ma poi il pomeriggio lo passi sereno.

a maggio ho visto springsteen ad assago.
in piedi alle 5, davanti al forum alle 7.30, numero 125, braccialetto alle 11, svaccato fino alle 18.30.
così dovrebbe essere.


ad un certo punto, di solito, ho il crollo.
bruce a firenze 2003, 47 ore senza toccare un letto.
verso le 13, davanti al'artemio franchi, con l'asfalto infuocato.
lì ho avuto il crollo.
se non reggeva la fila fatta coi numeri e gli appelli avrei visto il concerto dal fondo del campo.
la fila ha retto, sono stato nel pit.


da bologna notizie preoccupanti. spinte, malori, casini.
io non ho più nè la voglia nè il fisico per certe cose.
ed in + la transenna, per me, non è mai stata un obbiettivo tanto importante
e durante il concerto voglio sentire e vivere il concerto, non litigare con chi mi rompe i coglioni.

quindi, visto che non abbiamo il biglietto tenclub, io da subito dico che non ho nessuna intenzione di sbattermi in fila 50 ore prima, per poi rovinarmi il concerto e magari sentire qualche strampalata teoria pseudo-darwiniana sulla razza ariana che sta in transenna.


quindi, mi autogrillo, mi spizzico, giro intorno al forum.


la cosa bella dell'attesa è, ovviamente, vedere gente conosciuta e farci 4 parole.
sennò ti fai due coglioni così.


in più, tra gli obbiettivi di questa tre giorni ce n'era uno particolare.
conoscere la Vale, conoscere LA Vale, conoscere "lavalequelladelsitolongroadpuntoit".
perchè c'è più gusto leggere le mail di persone di cui conosci anche la faccia no?
e la Vale la conosco da un bel pò, via internet.
così, dopo aver studiato bene le sue foto di marsiglia ho iniziato a guardarmi intorno e l'ho trovata, fortunatamente senza doverle guardare il collo per trovare il tatuaggio (sia mai che sbagliassi persona e facessi la mia solita figura di merda).


ehi ragazza, non so se te l'ho detto, ma mi fatto troppo piacere conoscerti.
forse non te l'ho detto.
anche perchè non sei stata ferma un secondo, per piazzarmi il biglietto di pistoia.
zio cane quanto ti ho fatto camminare.



mai vista una cosa del genere. mai visto un concerto dove alle 17 la fila per il parterre era di non + di 100 persone.
mai visto un concerto dove all'apertura dei cancelli si entra CAMMINANDO, addirittura, come ho fatto io, chiacchierando tranquillo.
mai visto un concerto del genere.


dopo circa 45 minuti, ho pensato che erano state due ore di musica belle piene.
belìn, erano passati circa 45 minuti.


perchè in fondo, ma in fondo in fondo eh, vedder è un pò bastardo.
pensiero che mi ha sfiorato dopo Go, Last Exit, Save You, World Wide Suicide, Corduroy, Severed Hand, Unemployable, Even Flow.
tutte di fila. tutte suonate come se fosse l'ultima cosa che stessero facendo.

l'acustica del forum è una merda. io ero attaccato alla transenna della telecamera, l'acustica lì era una merda, tutto ovattato, compresso, insomma, una merda.
ciò non toglie che la partenza a razzo sia stato un qualcosa a cui non avevo mai assistito prima.
sembrava un concerto punk, per furia e velocità.

poi I am Mine mi ha fatto respirare e Man of the hour è stata di nuovo un bel colpo al cuore.

quando sembrava fosse il momento di tirare il fiato, ecco MFC, con il suo strettissimo legame all'italia.
posso dirvi una cosa? a me la mini fa cagare come macchina, ma proprio tanto.
sarà che io dentro una mini farei la figura del contorsionista e rischierei di essere sparato via tipo sottovuotospinto, sarà per quello, ma mi fa cagare.
ma non si può avere tutto nella vita.


daughter è figlia naturale della daughter di milano2000, con il pubblico che inizia i vocalizzi uguali a 6 anni prima; mi godo il tag dei pink floyd, con il boato alla sostituzione del "teacher" con "president bush", l'atmosfera ormai è davvero incandescente.


faithfull è una chicca della madonna e con comatose saliamo sulle montagne russe finali, che ci portano a rotta di collo verso una maestosa why go.

ora, perchè a me piace why go? avete letto il testo no? beh, io faccio un lavoro dove spesso lavoro fianco a fianco con gli "stupid fuck" che non la fanno tornare a casa; comunque sia, una canzone come questa serve a mantenere i piedi per terra, per chi come me, spesso ha un potere eccessivo su persone deboli, un bell'esame di coscienza su base rock, et voilà.


ovviamente di tutto ciò, a milano, durante why go, non me ne fotteva un cazzo.


io amo tow waits. non tanto il musicista tom waits. io amo l'uomo tom waits, il suo look, il suo stile, il suo scazzo perenne, la sua evidente malattia mentale.
di lui mi ricordo una intervista dove parlando del suo fonico diceva una cosa del tipo che un giorno ha provato a chiedergli di registrare il rumore di una mucca.
dall'interno.
e il fonico si stava organizzando per infilare un microfono in culo alla bestiola.


tutto questo inutile sfoggio di competenza su tom waits, per nascondere il fatto che OVVIAMENTE non mi ricordavo picture in a frame.
che poi sono andato a cercarmi a casa e l'ho trovata splendida e simile alla versione fatta da eddie, a parte quei 24 rumori diversi in sottofondo.
tra cui mi è sembrato udire una voce che lamentandosi diceva "aveva detto una mucca, perchè poi ha cambiato idea?"


parachutes, puro beatles sound, sarebbe stato un highlights del concerto.
sarebbe stato.
se dopo non avessero suonato black.

ora, con calma, il bello dei concerti è la sinergia tra chi è sul palco e chi sta sotto, no?
ed io una intensità di sinergia come durante black l'ho provata solo una volta.
a bologna, nel 2002, quando springsteen suonò thunder road come ultima canzone, poi uscirono tutti ed il pubblico, ma non i soliti 40 stronzi, no, TUTTO il palamalaguti, continuò a cantare il refrain finale.
e bruce uscì di nuovo sul palco si sedette al pianoforte e ci accompagnò per 20 secondi, per poi alzarsi ed inchinarsi a noi.
ecco, il duruddudduduruddù finale di black ha avuto lo stesso effetto devastante su di me.
con i cinque che ci applaudono.
perchè black è un pò la mia thunder road in negativo, per i momenti tristi
devo aggiungere altro?
ah, si, vi ripeto cosa ho detto a chi black l'ha ascoltata vicino a me anche se distante 600km:
non ho MAI visto una cosa del genere.


poi dopo c'hanno smollato crazy mary ed io, che avevo studiato TANTISSIMO, me la sono cantata tutta, ma TUTTA TUTTA eh?, compreso lo spelling di LOITERING.
che pezzo, diobono!!!
black+crazy mary, cazzo, due desideri in accoppiata, tipo scudetto e champion's league.
anzi no, perchè c'è stata anche alive. con il pattone che eddie ha preso, in un momento in cui credevo davvero si sarebbe buttato tra la folla.


l'ultimo bis è rock allo stato puro (LEASHLEASHLEASH), con yellow ledbetter che suggella una serata che difficilmente dimenticherò.


si torna a casa, c'è da chiudere un attimo la parentesi


----------------
Now playing: The Black Crowes - If It Ever Stops Raining
via FoxyTunes

Nessun commento: