venerdì 8 agosto 2008

the seeger session tour

autunno 2006 - tour di bruce springsteen in italia con la seeger session band


- ci vediamo in autunno

bologna non c'ero, mi han detto che il ragazzo era stanco, ma a torino l'ho trovato in gran forma. la band a mio avviso da quando ci ha annunciato il suo ritorno è cresciuta enormemente, grande amalgama, più confidenza negli assoli, pezzi dilatati e suonati alla grande. resto dell'idea che siano 17 fenomeni, a parte frank bruno che suona benissimo il tamburone della signora mc grath ma la sua chitarra mi sembra ininfluente.


- torino
dicevo, grande concerto, con further che mi ha entusiasmato; buona (la nostra) organizzazione ai cancelli, a parte la sfiga della chiave rotta e l'idiozia di chi ha aperto lo stesso l'altra porta causando un pò di casino evitabilissimo. il palaisozaki mi fa impazzire, bello e con una buona acustica. è stato il mio primo concerto appoggiato in transenna (lato claren.. ehm no, lato frank bruno) e ho sentito tutto (TUTTO) benissimo.
finalmente posso sostenere una tesi diversa da piero gattone con argomenti validi (provate voi a dirgli che il gruppo xyz è o non è valido, lui si liscerà i baffi e vi demolirà a colpi di date, bootlegs ed aneddoti).

a me la versione nuova di the river piace, piace molto.
ma del resto sono combattuto tra la voglia di rivederlo con la e-street e la curiosità di cosa potrebbe succedere con la SSB in studio a incidere pezzi nuovi. comunque vada sarà un successo. il potenziale di questo gruppo a mio avviso è enorme e se mettessero mano alle cose di bruce con calma salterebbe fuori qualcosa di fantastico
l'importante è che stia fuori dalle palle almeno fino al 2008.
si avete capito bene, non voglio trovarmelo di nuovo in europa l'anno prossimo, devo rientrare dalle spese.
rag mama rag è bellissima, non l'avevo mai sentita fatta da loro.
lo spiritual finale sulla little light of mine è deliziosa, sembra la scena dei blues brothers quando belushi vede la luce.


- udine
posto incantevole, tempo dispettoso che ci fa temere la pioggia fino all'ultimo e ci circonda di lampi e tuoni prima durante e dopo lo show.
ogni tappa si migliora, chissà a dublino cosa succede. growin'up dedicata agli anziani è un colpo al cuore, ma ad arrangiamento preferisco the river.
organizzazione migliore che a torino e soprattutto la gente friulana davvero ospitale. sarà che vivo in liguria e una cosa del genere da noi non succederà mai (tipo una piazza con 4/5000 persone in fila, "belìn di drogati!" "E non si può parcheggiare!" "e sporcano dappertutto") ma mi ha colpito davvero la loro gentilezza.
ed il loro cibo, tra cui il frico, è prova tangibile dell'esistenza di un Dio benigno e amante della buona tavola.
lo scketch della grappa conferma la mia impressione che bruce si stia trovando sempre + a suo agio con la band


- verona
finalmente mi godo l'arena senza preoccuparmi di affogare come a settembre per i pearl jam. una cornice eccezionale, con l'aspetto migliore nel fatto che in posti vecchi di migliaia di anni si esce in 3 minuti mentre nei vari datchforum, isozaki, malaguti ti intruppi delle mezzore con la security che ti scopa via. la chicca della serata a mio avviso è stata samson & delilah con quel giro di basso uguale alla siglia di fantaman (chi se lo ricorda? fantamaaaaaaan invincibile sarà) più che la canzone di patti e fire.


- secondo me stasera fa fire
l'ha detto il mio amico francesco, alle 20.35 mentre mangiavamo la pizza. Per fortuna non ho esagerato negli sfottò, ma ribadisco quanto detto a lui dopo, non mi ha fatto impazzire. bella l'idea, grande sorpresa, splendido riascoltarla dopo 213 anni, ma è stata chiaramente una versione buttata lì come omaggio alla città di romeo e giulietta; non sono d'accordo con chi l'ha definita la perla del tour o iperboli del genere, con gli arrangiamenti che bruce mette in campo ogni sera, una versione mezza improvvisata voce chitarra e contrabbasso (e altri a rincorsa) mi sembra un tantino ingeneroso definirla il picco qualitativo del concerto. gli u2 cantavano anni fa che si glorifica il passato quando il futuro è arido, non è il mio caso.


- american land
ecco il mio picco, non riesco a stare fermo quando la ascolto, arrangiamento e testo superlativi.


- la corsa alla transenna
imbarazzante, desolante, mortificante.
la mia intendo, sia a torino che ad udine.
ma mentre a torino ho avuto il vantaggio di essere uno dei pochi ad aver già visto un concerto dentro il palaisozaki e quindi ho superato molte persone che si sono infilate in posti improbabili, ad udine, complice il fatto che il tratto era molto + lungo, sono stati dolori.
partito con un ottimo 35, sono stato superato da gente con numeri superiori al 100, segno inequivocabile di una forma fisica da rimettere in sesto.
vi basti sapere che mentre a tutti gli altri la security dentro la villa intimava di non correre a me han detto "veloce tu zio cane che qui abbiamo da lavorare!".
nonostante questo mi sono guadagnato una buona transenna laterale (fuori dal sottopalco)ma che mi ha permesso di godermi il concerto in maniera splendida.


- bruce e patti
non so se stiano davvero divorziando, ma l'atteggiamento di bruce è stato plateale come non mai. in più ho ascoltato alcune opinioni di rari esemplari di "femmina springsteeniana" che oltre alle solite considerazioni sul culo di bruce e sul pacco di bruce, dicevano che le smancerie rivolte alla moglie erano chiaro segno che il ragazzo aveva qualcosa da farsi perdonare. Non capisco certe cose, mia moglie dopo che sono stato via 3 giorni mi ha solo fatto lavare vetripavimentipiattiargenteria per 5 giorni di fila.
però rivendico con orgoglio la paternità della battuta fatta a torino, in risposta a chi si chiedeva se bruce avrebbe in qualche modo "ricordato" il concerto del 1988. "Si, per ricordarlo anche stavolta ha mandato in vacca un matrimonio".
del resto ho sempre pensato di esssere simpatico, fuori forma, ma simpatico.


- segnalazione mobbing
la cosa peggiore di questo tour è l'evidente mobbing perpetrato con costanza e malignità nei confronti della migliore vocalist (mogli ed ex mogli comprese) che bruce abbia mai avuto: cindy mizelle ( http://www.cindymizelle.com).
è incredibile come venga relegata sempre ai margini, nonostante abbia una voce di un paio di spanne superiore a lisa patti suzi mimì cicì cocò e cacame o'cazz.
se riusciste a sentire i vocalizzi che si spara durante jacob's ladder (le volte che patti non le fa spegnere il microfono per invidia) capireste.
di gamba e gengiva un pò forte ma con un viso angelico.
che donna!!!
Che sia lei l'amante?




----------------
Now playing: The Black Crowes - Wyoming And Me
via FoxyTunes

Nessun commento: