lunedì 11 giugno 2012

Catarsi

Tutto, tutto insieme, tutto in una notte.

Bruce che canta gli stones, bruce che canta elvis (elvis is ALIVE!!!), bruce che trasforma uno stadio in un teatro di harlem, bruce che trasforma uno stadio in una chiesa dell'alabama, bruce che canta i beatles, bruce che canta i creedence.

ridere, piangere, ballare, incazzarsi, elaborare (finalmente) il lutto, baciare tua moglie come fosse la prima volta che lo fai, asciugare (io) le (sue) lacrime di commozione su the river, poggiare la (mia) testa sulla (sua) spalla quando clarence appare sullo schermo, saltare, perdere il controllo di te stesso, alzare la faccia al cielo perchè vaffanculo bagnami bene, bagnami ancora, bagnami di più cazzo che non te la darò mai e poi MAI vinta, chiudere un cerchio aperto 9 anni fa quando l'acquazzone di san siro lo vedemmo al coperto, capire il perchè di certe cose guardando la faccia di bruce.

se qualcuno conosce una definizione migliore di catarsi me la dica, altrimenti da oggi la mia diventa: il concerto di bruce a firenze


1 commento:

Pol ha detto...

le tue sensazioni... le mie sensazioni... le sensazioni di uno stadio intero... grande Cala!