mercoledì 27 agosto 2008

bentornati a casa!






















allora ci siamo, siamo tornati in champions dopo 2 anni dimmerda.
bene, bravi bis.
non la vinceremo, ovvio, se va proprio bene bene bene la perderemo in finale, ovvio, per la 64° volta.
bene, siamo tornati a casa, sembra che la nottata sia passata.
abbiamo riconquistato la champions con una squadra che secondo me non valeva un 6° posto, ma che ha dimostrato di avere due coglioni quadrati.
e la prossima volta a rimini ci andrò a trovare il mio amico lorenzo, non a vedere la juve.

ora posso copiaincollarvi sta cosa che avevo scritto quando era scoppiata la bufera.
mentre leggete la terzultima riga, immaginatemi mentre faccio di sì con la testa, doveva andare così, così è andata

Sono juventino da sempre.

Sono juventino perché mio papà era juventino.

Perché la passione per il calcio me l’ha passata lui.

Perché quando la juve perdeva la domenica sera o il mercoledì sera a tavola non parlava nessuno.

Perché c’era Platini.

Perché a 7 anni ho fatto una foto con Scirea e Bettega.

Perché dopo atene ho pianto.

Perché la sera dell’heysel mio papà aveva il biglietto per il settore z, ma poi l’ha venduto perché c’erano gli inglesi, che lui odiava.

Perché per non farmi vedere che stava morendo, prima di non essere più in grado di parlare, mio padre mi ha parlato di quanto gli piaceva Ibrahimovic.

Perché si.

E mi chiedo, come dovrei sentirmi?

Incazzato.

Di molto incazzato.

Perché mi hanno preso per il culo.

Per anni.

Ogni volta che mettevo il culo davanti ad un televisore e soffrivo come una bestia, poi godevo, poi soffrivo di nuovo, poi litigavo, poi godevo.

Quando per il primo scudetto di Lippi non riuscivo manco a parlare da tanto ero felice

Quando avevo entrambi i fratelli ansaldi sulle spalle durante juve – ajax.

Quando ho rischiato di volar giù dal terzo anello al gol di zidane in juve – ajax 4-1.

Ma tutto sommato ormai sono più distaccato, se non fosse che mi conoscete, direi che sono più maturo.

Ci scherzo sopra, come faccio su tutto, ci patisco, ma ci scherzo.

Ci sono delle cose che hanno ovviamente un peso maggiore nella mia vita.

Ma sono incazzato + che per me per i miei due nipoti, di 10 ed 11 anni.

Juventini, anche un po’ per “colpa” mia.

Perché mi chiedo se una cosa del genere fosse successa quando io avevo 10/11 anni.

E, non lo direste, ma a 10/11 anni io ero polemico, molto polemico.

Probabilmente mi sarei tappato in casa.

Visto che tornato da scuola uscivo per andare a giocare a pallone con gli amici.

E tornato a casa, fatti i compiti, stavo in camera a giocare a pallone.

Con una pallina di gommapiuma, o con le pedine della dama come giocatori ed un bottone come pallone, perché il subbuteo è arrivato più tardi.

E la prima canzone che volevo è stata la sigla della Domenica Sportiva.

Ed il nome di springsteen l’ho letto per la prima volta sulla gazzetta dello sport.

Ed ancora adesso che sono “più maturo” vado a giocare a pallone, ci siano 30 gradi o 2 sotto zero, nonostante pesi 103 kg, faccia ridere e sia un tronco di legno coi guanti da portiere.

E mi chiedo, ed ora?

Tutto sommato, la serie B è il minimo.

Tutto sommato spero quasi che ci vadano + pesante, perché così si pagherà il giusto e poi si ricomincerà da zero.

E a mia figlia/ai miei figli potrò passare la passione per il mio sport preferito e per la mia squadra del cuore.

E potrò raccontare di esserci passato in mezzo a tutta sta merda, ma di esserci passato a testa alta

Vaffanculo và.

Ciao, Cala









----------------
Now playing: Pearl Jam - 1/2 Full
via FoxyTunes

3 commenti:

albeyourmirror ha detto...

ti quoto in pieno
sono d'accordo su tutto,
in particolare sulle ultime righe

ram

albeyourmirror ha detto...

NOTHING GIVEN CANNOT BE TAKEN

La pioggia lascia il posto ad un sole pallido, in questo maggio d’autunno
Ed il tepore tenta di riscaldare i miei pensieri malinconici
Oggi sono libero di riflettere, ma non sono sicuro sia un bene
Anche se le gioie più belle vengono dopo le tristezze

PRENDETEVI TUTTO//PRENDETE QUELLO CHE VOLETE//
PRENDETE CIO’ CHE E’ GIUSTO//E LASCIATEMI ALMENO L’AMORE

Mi chiedo solo:
potrete riprendervi le emozioni che ho già vissuto?

Mi sento tradito da ciò in cui speravo, in questo giugno d’inverno
Ed il sole tenta di riscaldare i miei pensieri sempre più freddi
Ma se la mente è fredda, il cuore è ancora più caldo
Perché le gioie più belle vengono dopo le tristezze

PRENDETE CIO’ CHE E’ GIUSTO //PRENDETE QUELLO CHE VOLETE//
PRENDETEMI TUTTO //MA MI TENGO L’AMORE!!!

Mi chiedo solo:
potrete riprendervi le emozioni che ho già vissuto?

Ed in queste ultime ore di normalità
assaporo fino in fondo ciò che è stato
e penso a quel che sarà
UN ALBA NUOVA VERRA’!!!


Alberto_14/05/06

-----------------------------------
please don't use this text without permission

Lorenzo ha detto...

Ciao Cala,
leggo solo ora,
ma sono con te al 100%
Contento di essere andato a fondo e di essere tornato su
Contento di poter dire "abbiamo pagato il prezzo" per poter stare di nuovo qui

Lorenzo