lunedì 13 febbraio 2017

Slàinte Luciano!



Domenica 12 febbraio, al posto del mio programma Championship Vinyl, ho deciso di dedicare il mio spazio su BRG Radio ad un amico che se ne è andato lunedì scorso.

Non starò qui a raccontare chi fosse Luciano, chi lo conosceva lo sa bene, chi vuole saperne di più può leggere questo post sul blog dell'amica Laura


Io ho mandato in onda alcune delle canzoni che gli sono state "dedicate" in questa settimana, inframezzate da alcune delle cose che scriveva sul suo profilo Facebook

Il Cielo D'Irlanda - Massimo Bubola 
Van Morrison - Be Thou My Vision
Inarticulate Speech of the Heart No. 1 - Van Morrison
Waterboys - Old England
Carolan's Farewell - The Celtic Viol Jordi Savall, Andrew Lawrence-King
Boys Are Back In Town Thin Lizzy
The Sick Rose - Before You Go
Van Morrison - Into the Mystic 
Bob Dylan - You Ain't Going Nowhere.
Robyn Hitchcock - I Often Dream Of Trains
Hollis Brown - Ride on the Train
Come Along and Ride This Train Johnny Cash 
Van Morrison & The Chieftains - Irish Heartbeat
The Lily of The West - The Chieftans & Mark Knopfler
The Pogues - If I Should Fall From Grace With God
The Men They Couldn't Hang - Ghosts Of Cable Street
Galway Girl - Mundy with Sharon Shannon 

The Dubliners-Dirty Old town

Per chi vuole ascoltare la puntata o scaricarla ecco il link

lunedì 6 febbraio 2017

Come Don Chisciotte 2.2



Domenica 5 febbraio, prima domenica del mese, è andata in onda la seconda puntata di Come Don Chisciotte 2.0, la mia trasmissione sui "Don Chisciotte" della musica in onda su BRG Radio


Ecco i brani andati in onda:


  • Londonpride - Grin n grieve
  • Massimiliano Larocca - Genova
  • Dave Hause - My Mistake
  • SansPapier - Monsieur Bobo
  • Paolo Ambrosioni & The Bi-Folkers - Nothing Will Change
  • Sergio Pennavaria - Il Collasso
  • Lowlands (Feat Antonio Gramentieri, Winston Watson, Stiv Cantarelli)  - Buckskin Stallion 
  • Lowlands (Feat Cheap Wine) - Dollar Bill Blues 
  • Luca Milani & The Glorious Homeless - Heroes Have Gone
  • Francesco Piu - Rough God goes riding



Se avete l'audio del pc attivo, è quella che state ascoltando ora e che parte in automatico, oppure, se ciò non accade, potete trovarla qui:






Poesia Insaputa



case, mansarde, conti correnti
buoni postali, svariate amanti
auto di lusso e moto potenti
ed un dorato apparecchio pei denti

a mia insaputa mi regalano cose
a volte belle, altre grandiose
a volte i fotografi mi scattano pose
in compagnia a mia insaputa di donne sciantose

però a mia insaputa il mondo va avanti
a non avere mai colpa non siam mica tanti
siamo casta, regime, troie e saltimbanchi
e si sono appena uniti degli "honesti" rampanti

alla fine siam sempre all'oscuro di tutto
perchè la nostra coscienza non concepisce più il brutto
alla fine si sa, abbiam sempre ragione
perchè diamo la colpa a qualche nuovo coglione

perchè tutto succede a nostra insaputa
soprattutto la roba legale, a noi sconosciuta
soprattutto la vita della gente che soffre e che sputa
sudore sangue e poi merda, una nuova cicuta

noi siamo la gente che è sempre innocente
noi siamo quelli che non pagan mai niente
a nostra insaputa ed a luci spente
chi ci vuole accusare, poi se ne pente

questa è una favola a mia insaputa
questa realtà è a me sconosciuta
perchè una morale non l'ho mai avuta
e se ce l'avevo era a mia insaputa

venerdì 3 febbraio 2017

Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato




Come da tradizione, la sera di capodanno la nostra famiglia si è riunita attorno al focolare ed ha guardato un film disney vintage.

Per quest'anno, la scelta è caduta su La fabbrica di cioccolato, la prima versione, quella con nei panni di willy wonka il tizio che trovate su un sacco di foto su facebook che dice cose ironiche.

Non avevo mai visto questo film, né la versione con johnny depp, né avevo letto il libro.

La trama è davvero interessante.

Willy Wonka è il ministro al diabete ed alle carie della dittatura di adolf von trigliceriden ed organizza un contest per scoprire nuovi talenti minorenni da sfruttare nei campi di concentramento.

Dopo diverse selezioni, aiutato da arisa, fedez, raffaellà carrà, maria giovanna elmi e paolo bonolis, willy sceglie 5 partecipanti.

A quel punto interviene manuel degli afterhours che bestemmia, diventa l'idolo degli adolescenti e vive di rendita

Al contest partecipano 5 ragazzi, tre maschi e due femmine

una smandrappata anni 80 sempre con la cingomma in bocca e gli scaldamuscoli bianchi e rosa, che sembra l'ebrea di saranno famosi

la figlia di donald trump da piccola

un naziskin obeso scappato al processo di norimberga e rifugiatosi a sesto san giovanni assieme a bin laden, pacciani e renato zero

mal dei primitives appena caduto da cavallo, che bevendo solo caffè è nervoso come un palestinese in un mercato di gerusalemme

un evasore totale che vive con 4 falsi invalidi ed una escort che lavora in nero da un centro massaggi cinese

da willy wonka lavorano gli umpa lumpa, personaggi curiosi che dicono tutti le stesse cose in coro e vestono tutti uguali: in pratica una via di mezzo tra i grillini e gli stagisti di fondocasa, ma senza cravatta e più bassi di statura

dopo diverse prove muoiono tutti

mal dei primitives perchè il cavallo furia per via del caffè diventa tabagista e si sa, chi fuma uccide anche te
la smandrappata cade dai pattini mentre porta le bibite in un drive in all'aperto 
la figlia di trump dallo spavento quando un umpa lumpa le dice "povera"
il naziskin durante un concerto di povia

resta l'evasore totale

willy allora lo tratta male per metterlo alla prova e gli chiede se è contento dell'accoglienza ricevuta e lui dice "ricevuta? cosa vuol dire ricevuta?" e willy capisce che è la persona giusta

poi abbiamo brindato al nuovo anno

lunedì 30 gennaio 2017

Championship Vinyl 27 - The Roots of Bob Dylan




Domenica 29 gennaio è andata in onda la ventisettesima puntata di Championship Vinyl, il mio programma dedicato al rock and roll in onda su BRG Radio 

Puntata dedicata alle radici di Bob Dylan, nel giorno in cui, 56 anni fa, Dylan incontrò per la prima volta Woody Guthrie

Ecco le canzoni andate in onda

Sonny Terry & Brownie McGhee - You'd Better Mind
Bob Dylan - Song To Woody
Julia Lee - Mama Don't Allow It
Richie Havens - High Flying Bird
Josh White - Good Morning Blues
Hank Williams - Lost Highway
The Country Gentlemen - House Of The Rising Sun
Cisco Houston - Dark As A Dungeon
Charlie Poole & The North Carolina Ramblers - White House Blues
The Staple Singers - Uncloudy Day
The Highway Q.C.'s - Working On The Building
Big Bill Broonzy - When The Sun Goes Down/Going Down This Road Feeling Bad
Thelonious Monk - Ruby, My Dear

Se avete l'audio del pc attivo, è quella che state ascoltando ora e che parte in automatico, oppure, se ciò non accade, potete trovarla qui:



mercoledì 25 gennaio 2017

Vinili degli Stones e Tazze del Cesso



Mentre sono lì, impegnato nella seduta pomeridiana in tazza, seduta per sua natura impegnativa anche in questi periodi di dieta apparente, suona il citofono.

Il suono è inconfondibile, è il corriere, che ovviamente stavo monitorando da un paio di giorni.

La seduta pomeridiana in tazza richiede anche un post-seduta accurato, perché sia chiaro, io ci tengo alla mia pulizia, anche di parti che generalmente non mostro in pubblico e quindi dedico alla post-seduta un tempo necessario a ringraziare di non essere inglese o francese, popoli che non si dedicano alla post seduta.

Però ha suonato il citofono e io so che è il corriere, che sto monitorando da un paio di giorni.

Corro a rispondere con i pantaloni calati, esclamo un ARRIVO ARRIVO SUBITO affannato e torno in bagno per una rapida post-seduta, rapida ed insoddisfacente.
Mi aggiusto alla bell'emmeglio e scendo, sotto lo sguardo, si noti bene, atterrito delle sorelle catarro.

Arrivo dal portone e mentre sto per aprire la porta con gesto tanto automatico quanto elegante, mi tiro su la patta dei pantaloni.
Il corriere, uomo, giovane, ovviamente fraintende ed ammicca porgendomi il pacco.

Io capisco il fraintendimento, lo lascio nel dubbio e mi godo lo sguardo carico di ammirazione mista ad invidia.

Firmo e prendo il pacco, mentre lui mi declama un BUONA GIORNATA che sappiamo entrambi vuol dire SALI E SCOPALA DI NUOVO AMICO

Alla fine, riflettendoci, mi è dispiaciuto dargli la mano senza essermela lavata, non se lo meritava.

lunedì 23 gennaio 2017

Championship Vinyl 26 - Welcome to the Greenwich Village



Domenica 8 gennaio è andata in onda la venticinquesima puntata di Championship Vinyl, il mio programma dedicato al rock and roll in onda su BRG Radio 

Benvenuti al Greenwich Village, un modo per conoscere anche se brevemente il quartiere da cui è nato il revival folk e che dal secolo scorso è il fulcro delle avanguardie culturali americane


Il Greenwich Village è un quartiere prevalentemente residenziale situato nella zona occidentale del centro (downtown) del distretto (borough) di Manhattan, a New York. Il nome è spesso semplicemente abbreviato in Village. 
Il quartiere, noto nell'Ottocento come "zona di Washington Square", è approssimativamente delimitato dalla 14ª Strada (14th Street) a nord, da Houston Street a sud, dal fiume Hudson a ovest e dalla Broadway ad est.
I quartieri confinanti sono: a nord Chelsea, a sud SoHo e ad est l'East Village.
I primi insediamenti vennero stabiliti in un terreno paludoso. Dopo la bonifica dei coloni olandesi che intorno al 1630 adibirono a pascolo la zona (nota come Noortwyck), vi fu l'occupazione di Nuova Amsterdam da parte degl'inglesi (1664) e il Greenwich Village iniziò il proprio sviluppo. Rimase però un villaggio rurale autonomo, senza essere fagocitato dalla vertiginosa crescita di Manhattan.

Un aumento della popolazione vi fu nel 1882, quando un'epidemia di febbre gialla spinse molti cittadini di New York a trasferirsi al Village che godeva di un'aria più salutare.

Ecco le canzoni andate in onda:

Vittorio Gassman legge Allan Ginsberg  - Canzone
John Lee Hooker - Boom Boom
Joan Baez - There but for fortune
Eric Andersen - Close the door lightly when you go
New Lost City Ramblers - Tom Dooley
Karen Dalton - Same old man
Mimi & Richard Farina - Celebration for a grey day
Mark Spoelstra - Sugar babe, it's all over now
Dave Von Ronk - Hesitation Blues
The Foc'sle Singers - Rio Grande
Kenneth Patchen - State of the Nation
Bukka White - Fixin' to die blues
The Clancy Brothers - The wild colonial boy

Se avete l'audio del pc attivo, è quella che state ascoltando ora e che parte in automatico, oppure, se ciò non accade, potete trovarla qui: