venerdì 9 dicembre 2011

Caro papà, puoi vedermi ora?

Oh, papà...
Vedo il mondo, sento il freddo
Quale strada da percorrere da un davanzale
Vedo che il mondo è sopra un cavallo a dondolo del tempo
Vedo il verso in mezzo alla pioggia.

Oh caro papà, mi puoi vedere ora?
Sono io, in un certo qual modo uguale a te
Cavalcherò l'onda ovunque essa mi porti
Mi terrò il dolore... liberami...

Oh caro papà, mi puoi vedere ora?
Sono io, in un certo qual modo uguale a te
Rimarrò al buio in attesa che tu mi parli
Mi aprirò... liberami...
Liberami... liberami... liberami...




non passa giorno, non ne passa uno.


1 commento:

laura ha detto...

questa me la tengo stretta al cuore quando succederà a me. e sarà presto, temo.


grazie