mercoledì 24 ottobre 2012

Ascoltare la Musica




Partiamo da questa dichiarazione di Nick Gold, presidente della World Circuit Records:

A volte invidio le persone che riescono a godersi la musica in una maniera facile e pubblica. Sentono un disco in sottofondo a una festa e se lo godono sinceramente. Io non riesco a farlo. Per me, ascoltare musica è un'attività intensa 

 
Parla della differenza tra ascoltare un disco e metterlo in sottofondo.
 
Io non riesco ad usare la musica come sottofondo o meglio, quando ci riesco è perchè non mi colpisce affatto e mi distraggo; le rare volte che ascolto la radio in macchina, se faccio zapping e per un motivo o per l'altro smetto mentre passa robaccia, capace che non me ne accorgo e vado avanti dei 5 minuti, perchè penso ad altro.
 
Se metto su un disco, che sia vinile, cd, mp3, flac che mi interessa invece il mio cervello difficilmente riesce a fare operazioni particolarmente difficili.

Quando ero dietro al censimento e dovevo compilare dei moduli online, molto ripetitivi, allora si, potevo mettere su un pò di musica; se devo scrivere una relazione o un atto amministrativo invece nulla da fare, o scrivo cagate o spengo la musica o ahimè smetto di lavorare.

Attualmente la cosa più complessa che riesco a fare ascoltando musica è fare refresh sulla homepage di facebook.
 
Già scrivere sul blog gnaa faccio

Il risultato è che avendo io sempre meno tempo a disposizione per ascoltare musica come dico io, o l'album mi colpisce al volo oppure spesso non riesco ad approfondirne l'ascolto.

Anni fa riuscivo a passare ore INTERE sdraiato sul letto a guardare il soffitto con le cuffie ed ascoltare 2\3 dischi DI SEGUITO completamente immobile, lasciando che tutto il resto del mondo andasse pure avanti senza di me.
Ora ho ovviamente paura che se metto su un album ed uso le cuffie, tempo mezza canzone e le mie figlie si squarteranno vicendevolmente senza che io me ne accorga, se non quando ormai è troppo tardi ed il loro sangue ha imbrattato tutti i muri.

Perchè, la musica, se si ASCOLTA la si ascolta in cuffia. 
Perchè così siamo lontani dal mondo, da cui siamo protetti anche fisicamente dalle cuffie. 
Perchè alla fine ha ragione rob fleming, il protagonista di alta fedeltà di nick hornby, starsene da soli in mezzo alla propria musica non è AFFATTO qualcosa di cui vergognarsi:
C'è tutto un mondo, qui, un mondo più bello, più sporco, più violento, più pacifico, più colorato, più aereo, più pericoloso, più amoroso di quello in cui vivo; qui ci sono la storia, e la geografia, e la poesia, e le innumerevoli altre cose che avrei dovuto studiare a scuola, musica compresa.(cit.)

O no?




1 commento:

Dievel ha detto...

parole sante